Psychopraticienne

PsychopraticienneProfessionista della psicoterapia che utilizza necessariamente un metodo specifico" (nel mio caso: Approccio Centrato sulla Persona di Carl Rogers).

Il suo sostegno serve ad alleviare le sofferenze, le ansie e le difficoltà degli individui.

Si affida a un metodo di psicoterapia che lo stesso ha sperimentato durante la propria psicoterapia.

Il riferimento a un metodo psicoterapico riconosciuto (5 anni di studi) e codificato dalla FF2P (Federazione Francese di Psicoterapia e Psicoanalisi) e dal EAP (Europeen Association of Psychotherapy) unito al lavoro di supervisione obbligatorio, garantiscono la professionalità e l'etica dello “psychopraticien”.

Il suo intervento può rispondere alla richiesta di un privato o di un professionista della salute (psichiatra, medico di medicina generale,etc.), per pazienti affetti da disturbi psicopatologici che possono beneficiare del metodo terapeutico praticato.

La sua conoscenza della psicopatologia gli consente di identificare possibili disturbi psichici, di adattare il suo metodo e, se necessario, di rivolgersi a specialisti in salute mentale (psichiatri,neurologi).

Identifica i problemi che bloccano, ostacolano il movimento della vita e creano sofferenza, disfunzione e/o malattie.

Applicando gli strumenti del suo metodo, consentirà alla persona di riattivare le sue risorse e andare verso una maggiore autonomia psichica.”

(Fonte : Federazione Francese di Psicologia e Psicoalalisi)